Una cagnolina di sei mesi viene lanciata dal settimo piano di un palazzo. E’ successo ieri pomeriggio a Mondragone, in uno degli edifici della Cirio. La piccola meticcia probabilmente credeva di fare parte di una famiglia che le volesse bene ma non era cosi, anzi, era entrata in una casa di mostri.

Il primo a dare l’allarme e ad avvisare anche le forze dell’ordine è stato Gianfranco Esposito, attivista del posto che si occupa degli amici a quattro zampe. La piccolina giaceva sul pavimento senza vita e a quanto pare con l’indifferenza e l’omertà di molti. Sul posto erano intervenuti i Carabinieri e l’Asl.

“Bimba di sei mesi lanciata da un balcone e la cosa più tragica è che non avrà giustizia perchè chi ha visto e me lo ha detto ha negato perchè c’è omertà. Perchè chi ha visto è complice. Amore mio perdonami che non ti ho messo in sicurezza perchè seguo tanti cani. Perdonami. Ti sei fidata del diavolo. Eri solo una bimba” è questo il messaggio di Gianfranco Esposito.

E’ una storia triste e crudele che fa riflettere sulla cattiveria dell’uomo. Non mancano comunque le persone che chiedono giustizia. Chiedono che chi sa quanto accaduto si faccia avanti e renda giustizia alla povera anima innocente. Sulla vicenda stanno indagando le autorità.

L’articolo Cagnolina lanciata dal settimo piano di una palazzina, perde la vita tra cattiveria e omertà proviene da Pozzuoli News 24.

(Visited 1 times, 1 visits today)
Condividi su :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close Search Window