“Come primo ministro, devo chiedere perdono a tutti”

Milano, 5 mar. (askanews) – Almeno 57 persone sono state confermate morte dopo l’incidente ferroviario in Grecia, avvenuto martedì sera di questa settimana. E ora il primo ministro greco si scusa con le famiglie delle vittime, scrive Afp. “Come primo ministro, devo chiedere perdono a tutti, ma soprattutto ai parenti delle vittime”, ha detto il primo ministro Kyriakos Mitsotakis, secondo l’agenzia di stampa.

Mercoledì di questa settimana aveva detto che è stato probabilmente un errore umano che ha portato all’incidente mortale.

L’incidente è avvenuto martedì sera fuori Larissa, a circa 380 chilometri a nord di Atene. Sono stati un treno passeggeri e un treno merci a scontrarsi frontalmente, almeno tre carrozze hanno preso fuoco.

Circa 700 manifestanti si sono riuniti giovedì pomeriggio davanti alla sede delle ferrovie greche ad Atene per protestare, tra l’altro, contro la mancanza di manutenzione della rete ferroviaria.

Il capostazione della città è stato arrestato questa settimana in relazione alla tragedia. Il capostazione, 59 anni, di Larissa, è stato accusato di omicidio colposo.

L’avvocato difensore dell’uomo ha detto che il capostazione ha riconosciuto una parziale colpa del disastro, ma ha sottolineato che anche altri fattori hanno portato all’incidente

L’articolo Grecia, il premier ora si scusa: perdono per disastro ferroviario proviene da Notiziario Flegreo.

(Visited 2 times, 1 visits today)
Condividi su :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close Search Window