Arte contemporanea, ma anche grandi del passato, a giugno Napoli è il posto giusto per respirare arte e viverla a 360°. Scopriamo quali sono gli eventi da non perdere.

Sono diverse gli eventi e le manifestazioni da non perdere a giugno a Napoli. Dalle opere pittoriche all’arte moderna, passando per la musica e la street art, scopriamo quali sono i musei e i luoghi da visitare a giugno nel capoluogo campano.

Tra musica e arte contemporanea

Dal 27 maggio al 27 giugno Hard2Buff Warehouse Gallery dedica una serata alla cultura Hip Hop per il book launch di Remixed Media 1980-2020, a cura di Michele Pesce edito ShowDesk. Una raccolta di 40 anni di produzione di ShaOne accompagnata da un’esposizione, un talk e interventi di Eno, Pope, Speaker Cenzou, Dj Simi. Dal 26 maggio al 2 luglio presso l’Arsenale di Napoli avrà luogo invece l’installazione di Cristina Cusani dal titolo Quello che non vuoi dimenticare, un progetto di arte immateriale dove il protagonista sarà il suono. Spazio per la la nuova mostra di Pedro Neves Marques alla galleria Umberto Di Marino dal 27 maggio al 28 luglio, intitolata In Space It’s Always Night, quasi come uno spinoff del progetto Vampires in Space – con il quale l’artista ha rappresentato il Portogallo alla 59a Biennale di Venezia – ne prosegue la riflessione tra cinematografia, poesia e architettura. Per questo “episodio” Neves Marques si concentra sulla serie Vampire Poetry e sugli elementi grafici e scultorei che animano l’astronave vampirica.

Per gli amanti della pittura

Partiamo dal 30 maggio 2023 dove al JUS Museum di Napoli (Palazzo Calabritto, Via Calabritto, 20, piano nobile, scala B) si inaugura la mostra “Agostino Ferrari e il Gruppo del Cenobio” a cura di Marcello Palminteri. In esposizione circa venti opere che tracciano il percorso creativo di Agostino Ferrari, realizzate tra i primi anni Sessanta e il Duemila. È partita invece dall’inizio di questo anno, ma non si può evitare di citare, la grande mostra internazionale “Van Gogh: the Immersive Experience” in programma alla Chiesa di San Potito fino alla fine di luglio, dove si potrà vivere un’esperienza di arte digitale a 360°. A proposito di grandi artisti, dal 5 aprile al 27 agosto al Museo Archeologico di Napoli si tiene la mostra Picasso e l’antico. La visita si divide in due parti: la prima relativa ai soggiorni a Napoli di Picasso, delineando come si presentava il museo al tempo della visita dell’artista, la seconda relativa al confronto tra le opere del museo e i lavori di Pablo Picasso.

(Visited 1 times, 1 visits today)
Condividi su :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close Search Window