Presso la Protezione Civile incontro per fare il punto sul Piano con i rappresentanti della Prefettura di Napoli, dei Comuni di Napoli, Pozzuoli, Monte di Procida, Bacoli, Quarto. Hanno partecipato l’INGV, l’Osservatorio Vesuviano, l’Agenzia regionale Mobilità. «Ma non c’è alcun allarme»

Presso la Protezione Civile della Regione Campania si è tenuto un incontro per fare il punto sul Piano Campi Flegrei, per fare il punto sulla situazione. La riunione, «già programmata da tempo, è servita a fare il punto sulle attività di pianificazione anche alla luce delle novità tecniche introdotte nel piano di allontanamento», si legge in una nota della Regione. Hanno partecipato: rappresentanti del Dipartimento della Protezione Civile, della Prefettura di Napoli, dei Comuni dell’area interessata (Napoli, Pozzuoli, Monte di Procida, Bacoli, Quarto), l’INGV e l’Osservatorio Vesuviano, l’Agenzia regionale Mobilità e i dirigenti della Protezione Civile Regionale.

La Prefettura di Napoli

Al termine dell’incontro il Capo Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio ha dichiarato: «Il costante aggiornamento dei piani di protezione civile è un importante strumento di prevenzione non strutturale. Lo è per ogni tipo di pianificazione ed è un’esigenza ancora più indispensabile nel caso dei Campi Flegrei, un rischio in evoluzione e che interessa più comuni e centinaia di miglia di cittadini. Per questo riunioni come quelle di oggi rappresentano un ottimo esercizio di protezione civile». Per il direttore generale della Protezione Civile della Regione Campania, Italo Giulivo saranno programmati «incontri con i Comuni per supportarli nel corretto aggiornamento sulla pianificazione alla luce dei cambiamenti infrastrutturali e viari dei rispettivi territori».

Italo Giulivo

PIANO DI ALLONTANAMENTO E CAMPAGNA “IO NON RISCHIO”: IN 10 PIAZZE IL 20 E 21 MAGGIO I GAZEBO INFORMATIVI DEL DIPARTIMENTO. Nel corso della riunione è stata evidenziata ancora una volta l’importanza di azioni di accrescimento della cultura di Protezione Civile e della consapevolezza del rischio. Sabato 20 maggio e domenica 21 maggio si terrà proprio nei comuni dell’area flegrea la campagna “Io non Rischio” dedicata alla sensibilizzazione sul rischio vulcanico e, in particolare, su Campi Flegrei. Dieci le piazze che ospiteranno l’iniziativa del Dipartimento di Protezione Civile che vedrà impegnati i volontari della Regione Campania: Pozzuoli, Piazza della Repubblica, Lungomare Pertini; Quarto, Piazza Santa Maria; Bacoli, Parco Vanvitelliano del Fusaro; Giugliano; Monte di Procida, Largo 7 luglio; Marano, piazzata della Pace; Napoli – Bagnoli, via Campi Flegrei; Napoli – Pianura, via Duca D’Aosta; Napoli – Fuorigrotta.

Il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca

IL PRESIDENTE DE LUCA: AGGIORNAMENTO DEL PIANO IN CORSO. Il presidente della Giunta Regionale, Vincenzo De Luca, premettendo che non c’è alcun allarme, ha annunciato lo scorso 22 aprile che si sta “lavorando all’aggiornamento del piano di allontamento dai Campi Flegrei”. Il piano prevede un allontanamento delle popolazioni eventualmente interessate da fenomeni entro le 72 ore a partire dall’allarme. La zona da mesi è attraversata da sciami sismici e dal sollevamento del suolo, conseguenza del bradisismo. La Regione Campania fin dal 2019 ha partecipato ad alcune esercitazioni nei Campi Flegrei con la Protezione Civile.  Il piano in corso di aggiornamento riguarda i Comuni di: Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida, Quarto, Giugliano, Marano. Si aggiungono alcune zone della città di Napoli: Soccavo e Pianura, Bagnoli e Fuorigrotta, alcuni settori delle Municipalità 1, 2, 5 ed 8.

IL PIANO REGIONALE. Il piano prevede dei punti di raccolta in sette Comuni, 32 aree di attesa, sei aree di incontro per il trasferimento. Nel frattempo, il programma viene continuamente aggiornato. “Si tratta di un lavoro enorme su un territorio molto esteso che riguarda una popolazione rilevante della nostra Regione”, ha sottolineato De Luca.

IL TAVOLO TECNICO REGIONALE. Si è insediato nel marzo 2022 il tavolo tecnico regionale sul fenomeno del bradisismo in atto nei Campi Flegrei, per la valutazione degli effetti sul territorio. Presso la sala Emercom della Protezione Civile della Regione Campania la prima riunione tecnico-operativa a supporto del Comune di Pozzuoli si è tenuta il 24 marzo 2022. Sono stati inoltre istituiti due tavoli tecnici di lavoro per osservare il bradisismo in atto nei Campi Flegrei: uno finalizzato alla valutazione di procedure standardizzate per il controllo dell’effetto delle sollecitazioni sismiche sui fabbricati e l’altro per il monitoraggio ambientale dei gas vulcanici in atmosfera nelle aree delle fumarole.

(Visited 8 times, 1 visits today)
Condividi su :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close Search Window